Tu sei qui: Home Banca Dati Riviste Ana Eccetera

Ana Eccetera


Fondata a Genova nel 1958 da Martino Oberto, Anna Oberto e Gabriele Stocchi, «Ana Eccetera» ha per sottotitolo «Esercizi, Notizie di lavoro». La redazione del periodico ha sede nel capoluogo ligure, precisamente in Via Montallegro. La rivista consta di undici numeri, chiamati bollettini, ciascuno delle dimensioni di 20x14 cm., stampati presso la tipografia Casamara di Adriano Piovani. Il primo fascicolo della rivista (nº 0) viene pubblicato il 10 luglio 1958, in occasione del ritorno in Italia di Ezra Pound. Il numero 1 viene dato alle stampe il 2 gennaio 1959, mentre l'ultimo (nº 10) nel luglio del 1971. Nel 1963, con l'inizio della nuova serie, la rivista muta leggermente titolo, figurando come «Ana Etcetera» dal quinto numero all'ottavo, e come «Ana Excetera» negli ultimi due numeri (9 e 10). «Ana Eccetera» è il prototipo della rivista-contenitore che ospita al suo interno fascicoli, brochure e volantini stampati singolarmente, quasi a suggerire l'idea di un'operazione incompleta e in continua espansione, e la sua redazione è un laboratorio di attività collettive. Nell'ambito dell'analisi condotta sul linguaggio, il periodico genovese muove da premesse ideologiche che fanno capo a Wittgenstein, Heinemann e Russel, e proprio in seno alla rivista Martino Oberto fonda il concetto di '"anaphilosophia". Sebbene godesse di una circolazione ristretta alla sola cerchia dei corrispondenti, il periodico acquista in breve tempo fama internazionale e diviene un importante catalizzatore culturale per molti intellettuali d'avanguardia. «Ana Eccetera» funge inoltre da sigla editoriale per i primi cinque numeri della rivista «Tool – Quaderni di Scrittura Simbiotica» fondata da Ugo Carrega (Genova 1965). L'esperienza della rivista genovese confluisce nei periodici, fondati e diretti da Ugo Carrega, «Bollettino Tool» (Milano 1966), «aaa azioni off kulchur» (Milano 1969) insieme a Mario Diacono, e «Bollettino da dentro» (Milano 1972). Hanno collaborato ad «Ana Eccetera»: Felice Accame, Orazio Bagnasco, Jurgis Baltrusaitis, Marco Balzarlo, Giampaolo Barosso, Ugo Carrega, Luciano Caruso, Corrado D'Ottavi, Attila Faj, Franco Floreanini, Jean-Charles Gaudy, Vittoria Giuliani, David Gordon, Théodore Koening, Alain Jouffroy, Isidore Isou, Arrigo Lota Totino, Carlo Piola Caselli, Stelio Maria Martini, Ezra Pound, Domenico Parisi, Norman H. Pearson, Enrico Ribulsi, Enzo Siciliano, Giambattista Vicari, Franco Visco, Gian Piero Zarri.

«Ana Eccetera», nº 0 (luglio 1958): il numero è stampato in occasione del ritorno di Ezra Pound in Italia. Sono pubblicati i Cantos 91 e 96 di Ezra Pound tradotti da Enzo Siciliano.

«Ana Eccetera», nº 1 (gennaio 1959): all'interno della rivista-contenitore sono presenti un Bollettino, un Servizio di Comunicazioni e due Supplementi. Il Bollettino pubblica i seguenti testi realizzati da Martino Oberto: Ana; Anagrafia; Filosofia Astratta / Verbale; Teoria metanalitica; Della letteratura artistica e Pittura analitica. Il Servizio di Comunicazioni ospita i testi in prosa di: Vincent Miller, Norman Holmes Pearson, Jurgis Baltrusaitis ed Enzo Siciliano. Infine, il Supplemento A pubblica il saggio in prosa Progetto di Pilotis di Orazio Bagnasco, e il Supplemento L il testo Wittgenstein / Dalle Philosophische Untersuchungen di Domenico Parisi.

«Ana Eccetera», nº 2 (ottobre 1959): il numero contiene un Bollettino, un Servizio di Comunicazioni e due Supplementi. Il Bollettino pubblica il testo di Martino Oberto, Ana; il Servizio di Comunicazioni ospita i seguenti scritti: Ezra Pound, Aphorism; Enzo Siciliano, Nota al XIV dei Cantos; Ezra Pound, Canto XIV – traduzione di Enzo Siciliano; David Gordon, Mencius; Ugo Carrega, Alexander The Great (by J. F. C. Fuller). Il Supplemento L pubblica lo scritto di Enrico Ribulsi, Pounderie (eccetera) e il Supplemento A il testo Luce Negativa di Marco Balzarro.

«Ana Eccetera», nº 3 (maggio 1960): nel numero sono presenti un Bollettino, un Servizio di Comunicazioni e due Supplementi. Il Bollettino pubblica il testo di Martino Oberto, Ana dell'esserialismo e catalogo. Il Servizio di Comunicazioni ospita gli scritti: David Gordon, Koine Ennoia a Note on Canto 99; Enrico Ribulsi Fatto l'inganno – Trovare la legge. Nel Supplemento L sono pubblicati i due testi: Martino Oberto, Uno specifico letterario (e filmico) e Giampaolo Barosso, Un incidente analogo. Infine il Supplemento A ospita il testo di Corrado D'Ottavi, Stima di Corrado D'Ottavi e colori solidi e una cromologia e così avanti a rubare il mestiere ai filosofi.

«Ana Eccetera», nº 4 (aprile 1961): nel numero sono presenti un Bollettino, che pubblica il saggio scritto da Martino Oberto, Ana e Metafilosofia e un Supplemento che ospita il testo, privo di indicazioni autoriali ma realizzato presumibilmente da Martino Oberto, Manuale di Ana.

«Ana Etcetera», nº 5 (febbraio 1963): con questo numero ha inizio la nuova serie del periodico, che infatti muta leggermente titolo. Nella rivista sono presenti tre Bollettini, un Supplemento e un Allegato. Il Bollettino intitolato Analisi Grafica del Linguaggio, pubblica due testi: Attila Faj, L'analisi dell'anacronismo obiettivo e Martino Oberto, Journal anaphilosophicus. Il Bollettino Sezione di Metacultura pubblica: Martino Oberto, Raison metaculturelles e Attila Faj, Il motivo epistemologico della tragedia di Galilei. Il Bollettino Anagrafe ospita il testo di Ugo Carrega, Sign language by M. Constantine and E. Jacobson. Il Supplemento, che ha titolo Analisi grafica del linguaggio, pubblica: Alain Jouffroy, La questione S. ed il testo Versione e semantografia di Anna Oberto con verbalizzazioni grafiche di Emilio Scanavino. Infine è presente un Allegato dal titolo Condensati in lingua – italiano – francese e inglese.

«Ana Etcetera», nº 6 (febbraio 1965): nel numero sono presenti un Bollettino, il fascicolo Esercizi, due brochure intitolate Sezione di Metacultura e Anagrafe, un Supplemento e un Allegato. Il Bollettino Analisi grafica del linguaggio pubblica il testo di Martino Oberto, Quattro operazioni di AGL. Il fascicolo Esercizi ospita: Abstract 1 om analogon (journal anaphilosophicus); Analecta 2 om, id; Ugo Carrega, 8 equivalenti, 4 equivalenze e 2 rapporti in viceversa; Sem-graphics 3 Anna Oberto Analisi di forme di caratteristica grafica e di impegno semantico; Sem-poetics 4 matti Vitone e Carrega Cronìca anacenòsi semantogafica; Corrado D' Ottavi, Ecco il problema. La brochure Sezione di Metacultura presenta i testi di: Giampaolo Barosso, Programma schematico di un'attività di ricerca e applicazione; Felice Accame, Prassi, eteronomie, strumentari; Jean Charles Gaudy, Le mouvement de schèmas; Isidore Isou, Présentation du lettrisme; Theodore Koenig, Prière de ne pas jeter sur la voie publique e tre saggi scritti da Arrigo Lora-Totino, Stelio Maria Martini e Giambattista Vicari. La brochure Anagrafe presenta i seguenti tre testi: The book of signs by Koch; El uso de la palabra de M. Trejo; Bizzarre, littérature, illetrée; poetry and advertising by S. I. Hayakawa. La rivista contiene inoltre il Supplemento Analisi Grafica del Linguaggio con lo scritto di Ugo Carrega, Rapporto fra il poeta e il suo lavoro. Infine vi si trova un Allegato dal titolo Condensati in italiano, francese e inglese.

«Ana Etcetera», nº 7 (Gennaio 1967): all'interno della rivista-contenitore sono presenti un Bollettino, una brochure dal titolo Sezione di Metacultura, un Supplemento e un Allegato. Il Bollettino Analisi grafica del linguaggio filosofico, presenta i seguenti testi: Martino Oberto, Anaphilosophia (scheda); Ana x filosofia ideografica (filosofia visuale); Filo/ sofia della barra; Journal anaphilosophicus / una filosofia poietica; Off language (in project) - prova a spensare (schede) e lo scritto di Ugo Carrega, Poietica (appunti per un corso pratico di scrittura simbiotica). La brochure Sezione di Metacultura ospita gli scritti: Martino Oberto, Matapolitica zu kulchur (anavanguardia in filosofia); Anna Oberto, Metacomunicazione; Felice Accame, Un'operazione diversiva e Un'esecitazione di operazionismo culturale; Giampaolo Barosso, Brevi appunti su alcune ipotesi teoriche per una rivincita metodologica dell'analisi critica da un punto di vista deculturale e Immodificabilità futurativa (saggio sul fare scrivente); Carlo Piola Caselli, De civiologia; Logico linguistico e Regulas et notiones de interlingua. Infine, è presente un Supplemento, che reca il titolo Decultura, a cura di: Felice Accame, Giampaolo Barosso, Vittoria Giuliani, Gian Piero Zarri, e l'Allegato Condensati in interlingua.

«Ana Etcetera», nº 8 (dicembre 1969): il numero ospita un Bollettino, una brochure dal titolo Metacultura, un Supplemento, un Manifesto, un Volantino e un Allegato. Il Bollettino Analisi grafica del linguaggio filosofico pubblica i seguenti testi: Martino Oberto, Modelli di Ana (scheda); Journal anaphilosophicus; Journal of(f) journal; Scheda di ana "schede"; Philosophia off lanuage "schede"; Luciano Caruso e Franco Visco, AGLF Wittgenstein Test (comentariouls); Ugo Carrega, Dalla scrittura alla comunicazione simbiotica. La brochure Metacultura pubblica: Anna Oberto, Tesi della nuova anarchia culturale e Mente e sociale - tesi sulla teoria; Felice Accame, Sul fare letteratura in pubblico; Giampaolo Barosso, Immodificabilità futurativa - notizia circa un nuovo progetto di lingua ausiliara artificiale internazionale; Luciano Caruso, L'uso dell'interlingua come trascrzione dell'utopia. Nel Supplemento Scuola off kulchur è stampato il testo collettivo di Luciano Caruso, Stelio Maria Martini, Franco Visco, Martino & Anna Oberto, Idea per una storia dell'off kulchur. Infine sono presenti il Manifesto Depublicare; il Volantino con il testo di Corrado D'Ottavi, Gli intellettuali e la società e infine l'Allegato Condensati in interlingua con lo scritto di Carlo Piola Caselli, Nota ex vocabulario commune.

«Ana Excetera», nº 9 (settembre 1970): la rivista cambia di nuovo, e per l'ultima volta, titolo. Il numero ospita un Bollettino, la brochure Metacultura e un Supplemento. Il Bollettino Analisi Grafica del Linguaggio filosofico, pubblica i testi di: Martino Oberto, Ana ars philosophica (scheda); Journal anaphilosophicus; Journal of(f) journal; Scheda di ana "schede"; Anarch lang "scheda"; Luciano Caruso, Di ana; Scheda dell'anaphilosophia ab/out ana (con Franco Visco e Stelio Maria Martini). Nella brochure Metacultura sono stampati i due testi di Giampaolo Barosso, Per una civiltà della consapevolezza e della decisione comune e Piano dell'opera. Il Supplemento dal titolo Scuola Off Kulchur / Anacultura / Manuale di anarchia linguistica pubblica: Martino Oberto, Anarchfilosofia e Anarch lang; Anna Oberto Exempla; Luciano Caruso Manuale di an / archia linguistica; Luciano Caruso e Franco Visco, Teorema metafilosofale di Caruso e Visco; Luciano Caruso e Stelio Maria Martini, Variante al teorema di Caruso e Visco; Anna Oberto, L(u)ogogrifo per anarch lang. Sono inoltre presenti il Manifesto Mente sociale – Tesi per un manifesto; il Volantino che pubblica lo scritto di Corrado D'Ottavi, Fantapolitica?, ed infine l'Allegato Condensati in interlingua.

«Ana Excetera», nº 10 (ottobre 1971): nel numero è presente il Bollettino Analisi grafica del linguaggio filosofico che pubblica i testi di Martino Oberto, Anaphilosophia (schede); Filo/sofia; Fiction philosophia; Anautopia; Abstract philosophia off philosophia, Sense off sense, Anaphilosophia, Anaphilosophalis; Anaista; Anaciberbetica; Anapolitica; Ana/lisi; Anatropia; Anacronismo; Journal anaphilosophicus; Filos ana art e Scheda di ana "schede". Nella rivista si trova la brochure Metacultura con lo scritto di Giampaolo Barosso, Notizia su un sistema classificatorio e notazionale delle categorie mentali. È inoltre presente il Supplemento Scuola Off kulchur / Anacultura/ Appunti per un inerlocutorio di anarchia culturale antifilosofia - anafilosofia che ospita i testi: Anna & Martino Oberto, Ana excetera / appunti per un inerlocutorio di anarchia culturale; Antifilosofia; Anafilosofia; Anacultura è anarchia culturale - la nuova anarchia; Luciano Caruso, Comportamento rituale e/o collettivo; "Mente e sociale": sul pogetto dell'anarchia culturale; Corrado D'Ottavi, Riflessione critica per il senso dell'agire e ruoli sociale e intellettuale e Comunicazioni redazionali. Infine, si trovano in rivista il Manifesto anapolitico che ospita il testo di Anna Oberto, Manifesto femminista anaculturale; il Volantino Mente sociale/ di cultura si muore e l'Allegato Condensati in intelingua.

La schedatura della rivista è stata condotta sulle copie conservate presso l'Archivio Luciano Caruso di Firenze.

 

[Noemi Madonna]



1958

1971